Abbiamo 107 visitatori e nessun utente online

Psicologia e Spiritualità

METEO

Consiglio Comunale


 
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
“I carabinieri e gli agenti della Gdf, una volta giunti in sede hanno bloccato l’accesso agli uffici di presidenza e hanno chiesto ai dipendenti di allontanarsi dai computer”, spiega un dipendente dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi).
ASI TANGENTI
 
A pochi giorni dall'allarme Ue sulla corruzione in Italia, che varrebbe ben 60 mld, arriva un altro episodio importante che conferma quanto il problema sia ormai serio e diffuso. Anche un centro tecnico scientifico di eccellenza come l’Asi è finito sotto il mirino della Procura di Roma che ha avviato una serie di perquisizioni nei suoi uffici e in quelli di diverse società fornitrici a Roma e in varie città italiane. I magistrati stanno investigando su presunte tangenti. Sette gli indagati tra i quali il presidente dell'Asi Enrico Saggese.
“Credo che le indagini siano cominciate con una “soffiata”. Tuttavia – precisa il dipendente dell’Asi – non credo le eventuali tangenti siano collegate alle attività istituzionali del nostro Ente”. In effetti, l’inchiesta partita a causa di una denuncia di un dirigente. Nel corso delle perquisizioni negli uffici e abitazioni degli indagati sono stati acquisiti documenti sui rapporti contrattuali dell'Asi con alcune società. “Stanno cercando di capire se ci sono state concussioni o tentate concussioni, transazioni illegali, tangenti mascherate, scambi di favore con consulenti esterni”, spiega l’impiegato. Le perquisizioni, disposte nell'ambito dell'inchiesta dei Pm Paolo Ielo e Mario Palazzi, sono eseguite dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza e dai carabinieri del nucleo investigativo di Roma. “Le somme in questione non dovrebbero essere cospicue, immagino comunque che potrebbero esserci stati dei casi di conflitto d’interessi” dice.
Fra gli indagati, anche alcuni dipendenti di Finmeccanica - Agli indagati sono contestati, a seconda delle posizioni, i reati di concussione e corruzione. “Bisognerà capire – dice, in effetti, la fonte di Tiscali – qual è stato il ruolo dei consulenti di Finmeccanica”. Oltre al presidente dell'Asi Saggese sono iscritti nel registro degli indagati due suoi collaboratori, Francesca e Mario Giacomo Sette (dipendenti Finmeccanica distaccati presso l'Asi) e gli operatori di società Elena Oteri, Alfiero Pignataro, Salvatore Marascia e Vittorio Sette. Le società interessate dalle perquisizioni sono la Sistina Travel, che organizza viaggi all'estero per i dipendenti Asi, il Cira (Centro italiano di ricerche aerospaziali) con sede a Capua, la Get-It, con sede a Torino, l’Eurofiere, con sede a Rivoli (Torino), la Art Work e la Space Engineering, entrambe a Roma.
“Le indagini non dovrebbero comunque incidere nel lavoro dell’agenzia spaziale, neppure se metteranno sotto accusa il presidente. Che dovrebbe se messo sotto accusa, è nel campo delle ipotesi, dimettersi”. Del resto, ha inoltre fatto osservare il dipendente, “non mi sembra che gli altri membri dell’esecutivo siano sotto indagine”. In queste ore, quindici carabinieri “stanno frugando nei file dell’azienda”, in particolare stanno setacciando i computer dell’ufficio ragioneria.
Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter
comments

Seguici su FACEBOOK