Abbiamo 132 visitatori e nessun utente online

Psicologia e Spiritualità

METEO

Consiglio Comunale


 
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

zedda

 

A quattro anni dall'abolizione delle Province e un mese e mezzo dall'approvazione della legge di riordino degli enti locali (due febbraio) la Città metropolitana di Cagliari inizia a prendere forma.

Il 17 marzo si insedierà formalmente il sindaco metropolitano, Massimo Zedda . E sarà il primo di una serie di passaggi che da qui a maggio daranno forma al nuovo ente mentre restano da stabilire le modalità di trasferimento dei dipendenti.

 

Oggi la giunta regionale ha approvato la delibera con la quale si dà atto che, in sede di prima applicazione, l’elezione del Consiglio della Città metropolitana di Cagliari è indetta dal presidente della Regione con proprio decreto, che sarà emanato non oltre il trentacinquesimo giorno dall'entrata in vigore della stessa legge. Il voto potrebbe tenersi ai primi di aprile.

Le liste per l’elezione del Consiglio Metropolitano dovranno essere presentate dalle ore 8 del ventesimo giorno alle ore 12 del ventunesimo giorno successivi al decreto di indizione, che il presidente Francesco Pigliaru firmerà d’intesa con l’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu.

Il Consiglio Metropolitano, che avrà sede a Palazzo Regio, a Cagliari, sarà composto dal sindaco metropolitano, che si insedierà il 17 marzo, e da un numero di consiglieri pari a quelli eletti nel Comune di Cagliari, cioè 40.

Il Consiglio Metropolitano sarà eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali dei Comuni della Città Metropolitana ad eccezione del Comune di Monserrato, in quanto è retto da un commissario straordinario (nominato a seguito dello scioglimento del Consiglio comunale) che non può esprimere nessun amministratore che faccia parte del corpo elettorale.

La ripartizione in fasce demografiche dei Comuni della Città Metropolitana, prevista dall’art.28 della legge regionale n. 2/2016, tiene conto del numero di abitanti di ciascuno dei 17 Comuni (Cagliari, Assemini, Capoterra, Decimomannu, Elmas, Maracalagonis, Monserrato, Pula, Quartucciu, Quartu Sant’Elena, Sarroch, Selargius, Sestu, Settimo San Pietro, Sinnai, Villa San Pietro e Uta).

In prima applicazione, l’ufficio elettorale sarà costituito presso l’amministrazione della Provincia di Cagliari, successivamente negli uffici del Consiglio metropolitano.

L’ufficio elettorale sarà istituito dall’amministratore straordinario della Provincia di Cagliari con un apposito provvedimento da emanare subito dopo l’indizione delle elezioni del Consiglio metropolitano e del quale faranno parte dirigenti, funzionari e altri dipendenti dell’amministrazione provinciale.

 

Fonte Articolo:unionesarda.it

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter
comments

Seguici su FACEBOOK